Archivio Elettronico "Ettore Maestro"

Attenzione: ci siamo accorti che, a causa di un problema tecnico, la mail archivio@amiciguatelli.it ha rifiutato tutti i messaggi in entrata inviati prima di sabato 1 ottobre 2022: scusandoci per l'inconveniente, invitiamo tutti coloro che avessero inviato i propri materiali ricevendo un rifiuto automatico dal sistema, a provare a rimandarci il tutto.

Introduzione

Ettore Guatelli, prima ancora che un museografo, è stato un maestro elementare, ed è anche e soprattutto per i suoi bambini che ha costruito il suo Museo. Nel corso degli anni, sono stati effettuati studi anche molto approfonditi sulla raccolta di oggetti che costituisce il Museo Guatelli, ma ci sembra importante provare ad approfondire meglio un tema che è sempre presente sullo sfondo, ma che corre il rischio di essere dato un po’ per scontato, forse anche perché il Museo, nella sua straordinarietà, tende un po’ a catturare tutta l’attenzione.
 
Ma com’era, Ettore, quando entrava in classe? Che tipo di maestro era? Che metodi didattici utilizzava? Quali erano i suoi argomenti preferiti? Ce n’era qualcuno che, invece, non lo interessava più di tanto? Com’erano le uscite didattiche e le gite che organizzava? Com’era il suo rapporto con i colleghi? E con i genitori degli alunni?
 
I libri di Ettore raccontano molti aspetti interessanti del suo lavoro e nel corso degli anni l'associazione ha anche raccolto testimonianze dirette da alcuni dei suoi alunni: sappiamo che amava insegnare la geografia attraverso le latte di conserva e le cassette della frutta; che insegnava invece la storia antica portando i ragazzi a cercare reperti romani e medioevali nei campi arati; che trasformava i suoi ragazzi in tanti piccoli giornalisti, che raccoglievano aneddoti e racconti dagli anziani della famiglia, per poi batterli a macchina sulle numerose macchine da scrivere di cui era piena la classe; che amava i laboratori creativi con i materiali di recupero; che ogni classe aveva un piccolo museo con i reperti di ogni tipo che i ragazzi trovavano, per qualche motivo, interessanti; e tanto altro. Ma siamo anche convinti che tanto ancora resti da scoprire, ed è per questo che vorremmo costruire un archivio dedicato alla figura di Ettore maestro.

Come contribuire all’Archivio

La nostra Associazione intende farsi promotrice di un’attività di raccolta, catalogazione e digitalizzazione di materiale relativo all’opera di Ettore maestro. In particolare, ci piacerebbe contattare il maggior numero possibile di alunni e colleghi di Ettore, per raccogliere:
  • Testimonianze e racconti sul suo modo di insegnare e, in generale, sulla vita con lui a scuola;
  • Fotografie, filmati e registrazioni audio;
  • Temi, diari, esercitazioni e quaderni;
  • I giornalini di classe;
  • Gli oggetti costruiti durante i laboratori;
  • Ecc.
Una volta digitalizzato, il materiale sarà restituito ai proprietari, che potranno scegliere di indicare un metodo di contatto per coloro che, in futuro, volessero approfondire l’argomento o visionare il materiale originale.
Per la raccolta dei vostri racconti, ci piacerebbe poter effettuare delle interviste, o anche semplicemente delle chiacchierate, con la registrazione del video, o almeno dell’audio, per favorirne la conservazione e la trasmissione. Se sei in possesso di materiali di questo tipo, faccelo sapere!
 
Se invece non hai conosciuto Ettore e non hai testimonianze da portare, ma vuoi comunque contribuire a questa iniziativa, ecco alcune idee per te:
  • Conosci un alunno o un collega di Ettore? Presentacelo!
  • Ti piacerebbe contribuire all’iniziativa con competenze e strumenti che possiedi, per esempio per la digitalizzazione di documenti, fotografie, diapositive e filmati, oppure per il montaggio audio/video del materiale e delle interviste? Contattaci!
  • Sei un insegnante e pensi che questa iniziativa sia interessante per te o per le attività che svolgi con i tuoi alunni? Faccelo sapere, ci sono molti modi in cui possiamo collaborare!

Per qualunque informazione o segnalazione, puoi contattarci via email all’indirizzo archivio@amiciguatelli.it.

I prossimi appuntamenti

L’avvio ufficiale dell’iniziativa è stato dato il giorno 4 settembre 2022, presso il Museo Guatelli, in occasione della XXII Festa “Ricordando Ettore”: il progetto è stato presentato attraverso una tavola rotonda a cui hanno preso parte Vittorio Delsante (Presidente dell’Associazione ed ex collega di Ettore); Donatella Canali (giornalista e scrittrice, ex alunna di Ettore) e Fabrizio Rosi (ex Direttore Didattico e collega di Ettore). Durante l'incontro, Daniela Stecconi ha letto alcuni brani tratti da uno dei primissimi documenti che abbiamo raccolto nell'ambito del progetto, ovvero una lettera che Ettore scrisse ad un suo ex alunno che stava svolgendo il servizio militare. La lettera, dal contenuto davvero toccante, è particolarmente significativa per comprendere il rapporto che Ettore instaurava con i suoi alunni, e contiene interessanti descrizioni di come venivano svolte le attività didattiche di Ettore, di cui sono anche spiegate le idee e le motivazioni. Trovate il testo della lettera a questo link.
 
Non è invece prevista una fine ufficiale del progetto, che rimarrà sempre attivo per la raccolta di nuovi contributi. La nostra speranza è che il materiale che raccoglieremo nel primo anno di attività possa essere alla base delle iniziative che organizzeremo per la XXIII Festa “Ricordando Ettore”, che organizzeremo a settembre 2023 e che ci piacerebbe dedicare proprio al ricordo dell’attività didattica di Ettore. Vi aspettiamo numerosi!